Stemma Titolo








Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!
Web accessibility initiative

Comitato paesano


Icona comitato

Il Co.Va.Gi, "Comitato Valle Giombi", nasce nel 1979, dapprima come assemblea cooperante con la proloco di S.S.Abbondio, poi come Comitato paesano indipendente. La denominazione allude alla collocazione territoriale del paese che rappresenta; Petrara è situata infatti in una vallata ai piedi di due monti "spaccati" a metà da un piccolo ruscello di pura acqua sorgiva chiamato "Giombi" (concetto ripreso iconograficamente nello stemma araldico). Alla prima assemblea furono invitati tutti gli abitanti di Petrara e dei paesi limitrofi quali Campietro, Lago e Pianello. L'invito non fu prodigo però di partecipazione e il Comitato divenne fin da subito in rappresentanza del solo paese di Petrara. Nelle primissime assemblee venne redatto uno statuto composto da XI articoli:


  • Art. I - Il Comitato della Valle Giombi ha il fine preminente ed esclusivo di favorire tutte quelle iniziative politiche, economiche, religiose, culturali, sociali che nella valle nascono e si sviluppano per favorire il dibattito e la crescita democratica.

  • Art. II - Ogni abitante della valle del Giombi può far parte del Comitato che non ha un numero prefissato, basta che abbia compiuto 16 anni e desideri farne parte.

  • Art. III - Il Comitato costituito elegge a maggioranza relativa il presidente ed il vicepresidente, mediante votazioni.

  • Art. IV - La carica di presidente o di vicepresidente è incompatibile con responsabilità in qualsiasi altro ente. Questo per garantire la maggiore autonomia e libertà d'azione possibile per il Co.Va.Gi e l'impegno più completo da parte, del presidente e del vicepresidente.

  • Art. V - Il presidente o il vicepresidente che nel corso del loro mandato vengono a ricoprire cariche o responsabilità in altri enti, decadono dalla carica e vengono sostituiti mediante votazione.

  • Art. VI - Il presidente in collaborazione con il vicepresidente coordina le varie iniziative del Comitato. sceglie il segretario, svolge la funzione di moderatore nei dibattiti del Co.Va.Gi e ne ha la rappresentanza nei confronti di terzi.

  • Art. VII - Ogni membro del Comitato può, informato il presidente, prendere iniziative non contrastanti con le finalità dell'ente e provvedere autonomamente alla pubblicità.

  • Art. VIII - Il Comitato rinnova i suoi membri in base al criterio volontaristico nell' assemblea annuale.

  • Art. IX - Il comitato è titolare di un libretto di deposito a risparmio.

  • Art. X - Per iniziative che possono avere effetti di variazioni sulla somma depositata in banca decide il comitato a maggioranza dei presenti.

  • Art. XI - Il comitato approva il seguente statuto ed eventuali modifiche all'unanimità dei presenti. E' necessaria la presenza della metà più uno dei membri del comitato.

Il Comitato è perpetuato per più di trent'anni, sino ai giorni nostri, grazie all'impegno serio e concreto di alcune persone; Nei suoi anni di vita si è sempre rinnovato, sostituendo nuovi iscritti a coloro che per diversi motivi hanno dovuto desistere dal loro impegno e partecipazione.